Bluestacks - Il miglior emulatore Android

Cos’è e come funziona un emulatore Android

Un emulatore Android è una riproduzione del sistema operativo di Google per dispositivi mobili che funziona all’interno di una macchina virtuale. Il compito della macchina virtuale non è affatto da sottovalutare: si tratta di un software completo che è in grado di emulare a pieno il funzionamento del sistema operativo, assegnando al PC ogni tipo di questione tecnica.

Il vantaggio dell’utilizzo di un emulatore Android sta nel poter utilizzare il sistema operativo Google in maniera indipendente dal sistema operativo Windows o Mac. Non è infatti richiesto alcun dual boot in quando Android sarà riprodotto esclusivamente all’interno del software di emulazione. Un emulatore Android ha anche come vantaggio la sua facilità d’uso: solitamente gli emulatori sono software facili da installare e che presentano una procedura di configurazione completamente guidata.

Lo svantaggio di dover utilizzare un emulare Android, piuttosto che un tablet o uno smartphone di nuova generazione, potrebbe però essere dato dalle prestazioni. Questo tipo di software ha precisi requisiti tecnici; qualora il tuo computer non li supportasse, l’esperienza di emulazione di Android potrebbe chiaramente risultare meno fluida.

Per il resto, l’utilizzo di un emulatore Android è praticamente identico all’utilizzo di uno smartphone o tablet dotato del sistema operativo Google. I giochi e le applicazioni, quindi, si scaricano dal PlayStore, il quale per funzionare, necessita del collegamento di un account Google. Nulla di diverso all’utilizzo di un dispositivo mobile Android, insomma.

Nel corso di questo tutorial ti parlerò di uno dei migliori e più utilizzati emulatori Android.

BlueStacks


Uno tra i migliori emulatori Android in circolazione (e probabilmente anche il più utilizzato) è BlueStacks, disponibile gratuitamente per Windows e macOS. Il punto di forza è dato dalla sua sulla semplicità d’utilizzo, in quanto permette di virtualizzare il sistema operativo Android su computer, senza che sia necessario dover effettuare complicate operazioni di dual boot.

È inoltre un programma apprezzato in particolar modo dagli amanti dei videogiochi Android e supportata la possibilità di creare più istanze, le quali permettono di avviare contemporaneamente più giochi o applicazioni.

BlueStacks è gratuito e si supporta grazie alla presenza banner pubblicitari che invitano saltuariamente all’installazione di applicazioni sponsorizzate (per rimuoverli bisogna acquistare un abbonamento al prezzo di 4$/mese o 40$/anno). Questo software presenta inoltre alcune possibilità di personalizzazione a livello tecnico, ma si tratta comunque di un programma di emulatore Android utilizzabile anche da chi non ha molta esperienza e vuole soltanto usufruire di app e giochi Android su PC. BlueStacks permette inoltre l’installazione di app tramite i file APK.

Per scaricare BlueStacks su computer, collegati al suo sito Internet ufficiale e premi prima sul pulsante Scarica BlueStacks poi su Download. Una volta completato il download del pacchetto di installazione, avvialo, in modo da iniziare la procedura di installazione del software di emulazione su Windows o macOS, seguendo le indicazioni che sto per fornirti nelle righe che seguono.

 

Su Windows, fai clic su  nella finestra di Controllo dell’Account Utente, poi premi sul pulsante Installa ora e attendi che vengano scaricati automaticamente tutti i file necessari alla corretta installazione dell’emulatore. Attendi quindi il termine di questa procedura automatica e, infine, premi sul bottone Completo.

Per installare BlueStacks su macOS, invece, porta a termine il download del file .dmg e poi avvialo, tramite un doppio clic sullo stesso. Fatto ciò, fai doppio clic anche sull’icona di BlueStacks, per avviare l’installer e, se richiesto, conferma la sua apertura, premendo su Apri.

In seguito, fai clic sui pulsanti Continuare e Installare, digita la password che usi per accedere al Mac e premi sulla voce Installa Assistente. Attendi adesso che venga ultimata la procedura di installazione automatica dell’assistente e poi, nel caso in cui ti venga chiesto, fai clic sul pulsante Apri le preferenze di sistema.



A questo punto, attraverso il pannello delle Impostazioni del Mac, premi prima su Consenti, poi sull’icona del lucchetto in basso a sinistra. Digita quindi la password del tuo computer e poi premi su Sblocca, per terminare l’installazione di BlueStacks su macOS.

A installazione avvenuta, sia su Windows che su macOS devi eseguire la stessa procedura di configurazione guidata. Questa prevede il login con un account Google ed è indispensabile per l’utilizzo del PlayStore, e quindi per poter scaricare le applicazioni e i giochi Android.



Ad ogni modo non devi assolutamente preoccuparti, non è nulla di complicato. Per farlo, premi sul pulsante Inizia e poi, nei successivi campi di testo che ti vengono mostrati, digita l’indirizzo email e la password dell’account Google che possiedi e desideri collegare a BlueStacks.

Accetta quindi i termini e le condizioni del servizio, premendo su Avanti e Accetto e, infine, termina la configurazione dell’emulatore, facendo clic sul bottone Comincia a usare BlueStacks.

Fatto ciò, puoi scaricare giochi e applicazioni tramite il Play Store, in modo da avvalertene da computer. Per farlo, premi innanzitutto sull’icona dello store virtuale Google che si trova nella schermata Home dell’emulatore.

Utilizza quindi il motore di ricerca in alto per cercare il gioco o l’app di tuo interesse, dopodiché scaricala e installala, premendo i pulsanti Installa e Accetto, proprio come se l’emulatore fosse un tradizionale smartphone o tablet Android.

Al termine del download automatico, avvia quindi il gioco o l’app scaricata, per usufruirne, pigiando sul pulsante Apri che ti viene mostrato.